Pronto a partire?

Il Portogallo aspetta te!

Goditi serenamente la
tua pensione in un Paese
accogliente.

Contattami per una
consulenza gratuita

Il Portogallo in pillole

“La costa portoghese, quasi rettilinea, offre all’Oceano la diga delle sue scogliere e il tappeto rugoso delle sue spiagge. Qui finisce il mondo, il Vecchio Mondo. Alcune isole soltanto, e sono ancora portoghesi, punteggiano l’immensità atlantica e hanno permesso di varcarla. I venti parlano di terre lontane. Il Portogallo è una sorta di trampolino donde si prende lo slancio verso l’ignoto: dalle sue coste, divenute porto d’imbarco per l’avventura, sono partiti un tempo i marinai, i soldati, i religiosi che andavano a “donare mondi al mondo”. Per molto tempo resta un paese di gente di mare, salato dalla schiuma delle onde, disteso al sole, esposto alle tempeste, con i porti per barche da pesca, le pinete che scendono fino ai frangenti, con sabbie ardenti e vento forte.” (Tratto da Bellezze del mondo)

Tutto questo è il Portogallo, e anche molto di più. Una stretta lingua di terra che in alcuni punti non raggiunge i 200 km di larghezza; nonostante sia fortemente saldata alla penisola iberica, questa terra è riuscita a costituirsi in entità nazionale con la sua lingua, i suoi usi e costumi, il suo carattere.
Sempre più rivolto verso il mare piuttosto che verso la Spagna alla quale volge le spalle, il Portogallo ha dato i natali a grandi marinai e intrepidi esploratori.
Da Gama, Cabral e Magellano sono solo alcuni dei grandi navigatori che esplorarono nuone vie e nuove terre per rendere il Portogallo una nazione ricca e con floridi commerci.

 

Il Portogallo in pillole: informazioni pratiche e storia

 

Informazioni:
Nome completo: Repubblica Portoghese
Lingua ufficiale: Portoghese
Capitale: Lisbona
Forma di Governo: Repubblica Semipresidenziale
Ingresso nell’UE: 1 gennaio 1986
Prefisso telefonico: + 351
Festa nazionale: 10 giugno
Fuso orario: 1 ora indietro rispetto all’Italia

 

Date fondamentali:
I secolo a.C. – I romani dopo aver combattuto per un secolo contro i Lusitani istituiscono la provincia di Lusitania
V secolo – Invasioni barbariche
VIII secolo – Arrivo dei Mori
1097 – Il Portogallo (regione di Porto) viene separato dalla Galizia
1139 – Alfonso I Enriques, figlio di un conte borgognone, si proclama re dei Portoghesi e intraprende la Riconquista contro i Mori
1249 – La Riconquista si conclude nell’Algarve, ma i musulmani sconfitti continueranno ad abitare nel paese fino al 1497. Il Portogallo acquisisce le sue frontiere attuali
1487 – Diaz raggiunge il Capo di Buona Speranza
1498 – Vasco de Gama giunge per mare alle Indie
1581- Filippo II di Spagna fa valere i suoi diritti sulla corona portoghese
1640 – Rivolta dei portoghesi: il duca di Bragança diventa re con il nome di Giovanni IV
1807 – Invasione Napoleonica: la famiglia reale raggiunge il Brasile. Junot si installa a Lisbona
1808-1811 – Con l’aiuto degli Inglesi, i Portoghesi espellono i Francesi
1815 – Creazione durante il Congresso di Vienna del Regno Unito di Portogallo, Brasile e Algarve
1822 – Il principe Pietro, figlio maggiore del re Giovanni VI, si proclama imperatore del Brasile
1908 – Assassinio del re Carlo I e del principe ereditario
1910 – Proclamazione della Repubblica
1926 – Colpo di stato militare contro il sistema parlamentare
1974 – Colpo di stato militare ritorno alla democrazia e decolonizzazione accelerata
1976 – Elezioni e nuova costituzione
1980 – Elezioni e conferma del centro

 
In breve:

La Repubblica Portoghese, è uno Stato europeo, fondato nel 1143, che si estende su un’area totale di 92.212 Km2. La parte continentale è situata all’ estremo sud-ovest della Penisola Iberica e confina a Nord e ad Ovest con la Spagna, a Sud e ad Est con l’Oceano Atlantico. Al territorio portoghese appartengono, inoltre, due regioni autonome: l’Arcipelago di Madeira e quello delle Azzorre, situati nell’ Oceano Atlantico.

Il Portogallo è una Repubblica semipresidenziale. Il Presidente della repubblica è direttamente eletto dal popolo ogni 5 anni e gode di limitati poteri esecutivi. Egli nomina e revoca il Primo ministro e, su proposta di questo, i Ministri. Il Primo Ministro è capo del governo e deve ottenere la fiducia da parte dell’Assemblea della Repubblica composta da 230 membri rinnovati ogni 4 anni. L’attuale Costituzione del Portogallo è stata ratificata il 25 aprile del 1976.
 

Video ufficiale di Visit Portugal
 

Clima

Il clima portoghese è caratterizzato da inverni miti ed estati gradevoli, con temperature variabili in base alla regione. Nel Nord si registrano precipitazioni più alte e temperature più basse, e nella parte interna si registrano le maggiori escursioni termiche. Nel sud del Portogallo il clima è più mite, risentendo dell’influenza del Mediterraneo, con estati piuttosto calde e prolungate ed inverni brevi con scarse precipitazioni.

L’Arcipelago di Madeira registra un clima di tipo mediterraneo con temperature gradevoli durante tutto l’anno mentre l’arcipelago delle Azzorre ha un clima temperato marittimo con piogge abbondanti.

 

Popolazione

Il Portogallo è un Paese con 10,5 milioni di abitanti e una densità demografica di 115,4 abitanti/km2, con un’evidente concentrazione nella zona litorale (dati 2016).

 

Nam a dapibus nisi. Donec mollis, justo eget luctus finibus, lacus neque lobortis est, ac dignissim nunc enim at leo. Orci varius natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Etiam fermentum lacinia sem, ac facilisis nibh. Etiam finibus ligula nec dolor laoreet dignissim. Duis blandit non tellus eu dapibus. Maecenas egestas lorem et posuere convallis.

Maggiori informazioni sul Portogallo le puoi trovare su Wikipedia.

 

Vuoi farmi una domanda?  Scrivimi senza problemi utilizzando il modulo contatti. Sarà felice di risponderti!

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui Social e metti “mi piace” alla pagina Facebook e G+ di “Pensione in Portogallo”. Grazie 😉

 

Lascia un commento